Qual è la differenza tra coronavirus e nCov?


Risposta 1:

I coronavirus sono chiamati per le punte a forma di corona sulla loro superficie. Esistono quattro sottogruppi principali di coronavirus, noti come alfa, beta, gamma e delta.

I coronavirus umani furono identificati per la prima volta a metà degli anni '60. I sette coronavirus che possono infettare le persone sono:

Coronavirus umani comuni

  • 229E (alfa coronavirus)
  • NL63 (alfa coronavirus)
  • OC43 (beta coronavirus)
  • HKU1 (beta coronavirus)

Altri coronavirus umani

  • MERS-CoV (il beta coronavirus che causa la sindrome respiratoria del Medio Oriente o MERS)
  • SARS-CoV (il beta coronavirus che causa grave sindrome respiratoria acuta o SARS)
  • SARS-CoV-2 (il nuovo coronavirus che causa la malattia di coronavirus 2019 o COVID-19)

Le persone in tutto il mondo vengono comunemente infettate dai coronavirus umani 229E, NL63, OC43 e HKU1.

A volte i coronavirus che infettano gli animali possono evolversi e far ammalare le persone e diventare un nuovo coronavirus umano. Tre esempi recenti di questo sono 2019-nCoV, SARS-CoV e MERS-CoV.

Il romanzo del 2019 coronavirus (2019-nCoV) dietro l'epidemia in corso - che l'Organizzazione mondiale della sanità ha dichiarato un'emergenza sanitaria pubblica internazionale - è stato intitolato alla famiglia di virus a cui appartiene. Il termine "coronavirus" potrebbe inizialmente non avere familiarità con molti, ma la maggior parte di tutti ha riscontrato forme più lievi di tali virus, di cui quattro ceppi causano circa un quinto dei comuni casi di raffreddore. Altri tipi causano malattie endemiche in alcune popolazioni animali. Ma fino a meno di due decenni fa, tutte le varietà umane conosciute causavano malattie così lievi che la ricerca sul coronavirus era una sorta di ristagno.

Tutto è cambiato nel 2003, quando l'agente patogeno dietro l'epidemia di SARS (sindrome respiratoria acuta grave) in Cina è stato identificato come un coronavirus. "Tutti nel settore sono rimasti scioccati", afferma la microbiologa Susan Weiss dell'Università della Pennsylvania. "Le persone hanno iniziato a preoccuparsi davvero di questo gruppo di virus". Si ritiene che quell'epidemia sia iniziata quando un coronavirus è saltato dagli animali - molto probabilmente i gatti civet - agli umani, causando un tipo di malattia chiamata zoonosi. La propensione di questi virus a tali salti è stata sottolineata nel 2012, quando un altro virus è passato dai cammelli all'uomo, causando MERS (sindrome respiratoria del Medio Oriente). Questa malattia ha ucciso 858 persone fino ad oggi, principalmente in Arabia Saudita, che rappresentano circa il 34% delle persone infette.

SARS, MERS e il nuovo coronavirus hanno quasi sicuramente avuto origine da pipistrelli. L'analisi più recente del genoma 2019-nCoV ha rilevato che condivide il 96% del suo RNA con un coronavirus precedentemente identificato in una specifica specie di pipistrello in Cina. "Questi virus fluttuano da molto tempo nei pipistrelli" senza ammalare gli animali, afferma il microbiologo Stanley Perlman dell'Università dell'Iowa. Ma non c'erano pipistrelli venduti sul mercato degli animali a Wuhan, in Cina, dove si ritiene che l'attuale epidemia sia iniziata, suggerendo che probabilmente era coinvolta una specie ospite intermedia. Questa situazione sembra essere una caratteristica comune di questi focolai. Tali ospiti possono aumentare la diversità genetica dei virus facilitando più o diverse mutazioni.