Cos'è il coronavirus e perché dovremmo averne paura?


Risposta 1:

Di recente ho risposto a una domanda simile. Ecco il link a quella risposta:

Penso che sia indispensabile che tutti ottengano i fatti dai professionisti che sono in prima linea nell'eradicare questa pandemia. Non dovremmo essere "impauriti", né dobbiamo alimentare le fiamme della retorica che stimola la paura giocando sulle paure degli altri.

E per professionisti intendo il CDC e istituzioni simili che trasmettono i fatti in tempo reale senza usare congetture calcolate per promuovere ideologie economiche e politiche.

Malattia di Coronavirus 2019 (COVID-19)


Risposta 2:

Perché non temo il Coronavirus

"Prima di tutto, lasciatemi affermare la mia ferma convinzione che l'unica cosa che dobbiamo temere è ... la paura stessa - terrore senza nome, irragionevole, ingiustificato che paralizza gli sforzi necessari per convertire la ritirata in anticipo." - Presidente Franklin D. Roosevelt

Come medico per quasi quarant'anni, ho affrontato molte terribili malattie nei miei pazienti. Sto studiando a fondo il Coronavirus e ho sviluppato un'opinione medica informata ... che mi assicura che non ho nulla da temere dal Coronavirus TRANNE la "paura stessa" del Virus.

In questo frangente, la paura e il panico sono i nostri peggiori nemici in questa pandemia.

Senza dubbio è una situazione terribile, ma il virus è assolutamente sopravvivibile per gli adulti SANO. Un altro medico di malattie infettive, per il quale ho il più profondo rispetto, spiega perché, che ora posterò di seguito - e seguito dal mio piccolo consiglio ESSENZIALE.

Dr. Abdu Sharkay ha scritto:

Sono un medico specialista in malattie infettive da 20 anni. Ho lavorato negli ospedali del centro città e nei quartieri poveri dell'Africa. HIV-AIDS, epatite, tubercolosi, SARS, morbillo, fuoco di Sant'Antonio, pertosse, difterite ... c'è poco a cui non sono stato esposto nella mia professione. Inoltre, con la notevole eccezione della SARS, molto poco mi ha fatto sentire vulnerabile, sopraffatto o assolutamente spaventato.

Non ho paura di Covid-19. Sono preoccupato per le implicazioni di un nuovo agente infettivo che ha diffuso il mondo e continua a trovare nuovi punti d'appoggio in diversi terreni.

Sono giustamente preoccupato per il benessere di coloro che sono anziani, in condizioni di salute fragili o senza diritto di voto che rischiano di soffrire di più, e in modo sproporzionato, nelle mani di questo nuovo flagello. Tuttavia, non ho paura di Covid-19.

Ciò di cui ho paura è la perdita della ragione e l'ondata di paura che ha indotto le masse della società in una spirale affascinante di panico, accumulando quantità oscene di tutto ciò che potrebbe riempire un rifugio antiaereo in un mondo post-apocalittico.

Ho paura che le maschere N95 vengano rubate dagli ospedali e dalle cliniche di cure urgenti dove sono disperatamente necessarie per gli operatori sanitari di prima linea; ma vengono invece indossati in aeroporti, centri commerciali e sale da caffè, perpetuando ancora più paura e sospetto nei confronti degli altri.

Ho paura che i nostri ospedali saranno sopraffatti da chiunque pensi che "probabilmente non ce l'hanno, ma potrebbe anche essere controllato, non importa perché non lo sai mai ...". E ho paura per quelli con insufficienza cardiaca, enfisema, polmonite e ictus che pagheranno il prezzo per sale di attesa ER troppo piene con solo così tanti dottori e infermieri per aiutare.

Ho paura che le restrizioni sui viaggi diventeranno così profonde che i matrimoni saranno annullati, i diplomi persi e le riunioni di famiglia non si materializzeranno. Riesci a immaginare?

Ho paura che i timori dell'epidemia limitino il commercio, danneggino le partnership in più settori, affari e altro, e alla fine culmineranno in una recessione globale.

Ma soprattutto, ho paura del messaggio che stiamo dicendo ai nostri figli di fronte a una minaccia. Invece di ragione, razionalità, apertura mentale e altruismo, stiamo dicendo loro di farsi prendere dal panico, essere timorosi, sospettosi, reazionari e egoisti.

Covid-19 non è affatto vicino. Verrà nella tua città. Probabilmente lo riceveranno un amico o un parente. Aspettatelo. Smetti di aspettare per essere sorpreso ulteriormente.

IL FATTO è che il virus stesso non farà probabilmente molto male quando arriva. Ma i nostri comportamenti e l'atteggiamento di "combattere per te stesso sopra ogni altra cosa" potrebbero rivelarsi disastrosi.

Imploro TUTTI di moderare la paura con la ragione, il panico con la pazienza e l'incertezza con l'educazione. Abbiamo l'opportunità di imparare molto sull'igiene della salute e limitare la diffusione di innumerevoli malattie trasmissibili nella nostra società.

Affrontiamo insieme questa sfida nel miglior spirito di compassione per gli altri con pazienza e, soprattutto, uno sforzo incessante per cercare la verità, i fatti e la conoscenza in contrapposizione a congetture, speculazioni e catastrofi.

Fatti, non paura. Mani Pulite. Cuori aperti. Ecco come sopravviveremo al virus.

I nostri figli ci ringrazieranno per questo.

*****

Grazie, dott.ssa Sharkawy, per la tua grande saggezza sulla sopravvivenza del Coronavirus.

Il mio consiglio è di rimanere in salute. Il tuo SISTEMA IMMUNITARIO è la tua PRIMA LINEA DI DIFESA CONTRO IL VIRUS. Mantieni sano il tuo sistema immunitario; e se lo fai, allora il Virus non sarà altro che un brutto caso di influenza da cui puoi recuperare completamente.

Consiglio vivamente di assumere integratori alimentari che rafforzano il sistema immunitario. Smetti di fumare ora! I fumatori corrono un rischio enorme per il virus. Mangia cibi sani. Esercitarsi di più. Affronta ora altri problemi di salute.

Fai tutto il possibile per migliorare la tua salute. Ecco come sopravvivere al virus. E non temere il virus ... perché lo stress della paura è il miglior alleato del virus.

Selah, dottor Steven Shiver


Risposta 3:

Grazie Macon per A2A.

c'è un bel dettaglio sull'epidemia e le sfide. È stato raccomandato dal professionista sul campo, Janet, e credo che incorpori la necessità di preoccuparsi della diffusione e della sicurezza personale.

Dovremmo essere preoccupati per un fattore di 1/50, ovvero la parte del 2% che incarna la fatalità. Inoltre, per gli anziani il rischio è molto elevato. LA PAURA DOVREBBE ESSERE QUI, MA LE PREGHIERE POSSONO PREVENIRE IL RISCHIO ATTRAVERSO UN SISTEMA COMPLETO DI PROBABILITÀ.

Si prega di allocare un po 'di tempo per setacciare:

Spero ti senta più sicuro dopo aver attraversato. Grazie per il tuo tempo.


Risposta 4:

Che cos'è il nuovo coronavirus?

coronavirus

(CoV) sono una grande famiglia di virus che causano malattie a partire dal comune raffreddore a malattie più gravi come "Sindrome respiratoria del Medio Oriente (MERS-CoV)" e "Sindrome respiratoria acuta grave (SARS-CoV)". Un romanzo

coronavirus

(nCoV) potrebbe essere un nuovo ceppo che non è stato precedentemente identificato nell'uomo.

Questi

coronavirus

sono zoonotici, nel senso che vengono trasmessi tra animali ad altre persone. Indagini dettagliate hanno scoperto che SARS-CoV è stato trasmesso dai gatti zibetto agli umani e MERS-CoV dai cammelli dromedari agli umani. Diversi noti

coronavirus

circolano in animali che non hanno ancora infettato l'uomo. I segni comuni di infezione includono sintomi respiratori, febbre, tosse, respiro corto e difficoltà respiratorie. Nei casi più gravi, l'infezione può causare polmonite, sindrome respiratoria acuta grave, insufficienza renale e persino morte.