Il coronavirus appare più micidiale e virulento di quanto non lo sia perché i casi più lievi non vengono testati e si stanno diffondendo inosservati?


Risposta 1:

Possibilmente.

È probabile che ci sia una grande percentuale di persone con coronavirus che o non sanno di avere il coronavirus e sono asintomatiche, hanno COVID-19 e pensano di avere un lieve raffreddore o influenza stagionale, o pensano di avere COVID-19 ma i sintomi sono abbastanza lievi che non si mettono alla prova.

Tuttavia, anche se così fosse, sembra che una percentuale significativa di coloro che hanno contratto il virus sia abbastanza malata da giustificare il ricovero in ospedale. Sulla base del carico del caso cinese, quella percentuale è abbastanza grande da sovraccaricare le strutture mediche esistenti e ha richiesto la costruzione di un nuovo grande "ospedale" costruito in dieci giorni solo per far fronte al numero assoluto di malati.


Risposta 2:

Forse fino all'80% delle persone che assumono COVID-19 ha casi così lievi che o non sanno di avere qualcosa o pensano di avere un raffreddore o un'influenza lieve. Tuttavia, sono ancora trasmettitori di COVID-19, anche se non se ne rendono conto. E diffondono il virus ad altre persone.

Alcune di queste altre persone potrebbero avere un sistema immunitario indebolito o problemi polmonari o altri problemi di salute che COVID-19 peggiorerà, oppure potrebbero far parte di un gruppo più suscettibile all'ottenimento del virus. E il tasso di mortalità per la popolazione complessiva può essere piuttosto basso, ma per coloro che fanno parte del gruppo malato, le probabilità aumentano notevolmente.

Quindi COVID-19 appare più virulento perché è MOLTO contagioso; non conosciamo tutte le persone che lo stanno trasmettendo; e non sappiamo davvero chi lo otterrà e chi no (o almeno sembra che non lo abbiano capito, anche se lo hanno fatto).

La contagiosità, l'incertezza di trasmissione e infezione e la leggera mortalità si combinano per rendere le persone spaventate.