La Cina ha il vaccino per il coronavirus?


Risposta 1:

La Cina non ha una medicina specifica per il coronavirus, ma hanno cercato di ottenere una dose utile dai loro nemici per curare i cinesi.

Chi è il più grande nemico della Cina? È l'America. L'America ha aiutato di nuovo la Cina, ma sorprendentemente, il PCC per conto dei cinesi ha avvertito l'America che avrebbero dovuto scusarsi con la Cina.

Non so perché e come possa la Cina trasmettere un messaggio così ridicolo agli Stati Uniti.

La Cina ha ricevuto oltre 500 milioni di RMB dagli Stati Uniti come donazione, ma quanto hai donato agli Stati Uniti?

Nessuna!

In risposta al

Focolaio di coronavirus 2019-2020

indotta dal coronavirus

SARS-CoV-2

, la società medica di nome

Gilead

fornito

Remdesivir

per un "piccolo numero di pazienti" in collaborazione con le autorità mediche cinesi per studiarne gli effetti.

In cambio, i ricercatori del Wuhan Institute of Virology dell'Accademia cinese delle scienze, con sede al centro dell'epidemia,

ha chiesto un brevetto sull'uso di remdesivir per curare la nuova malattia di coronavirus il 21 gennaio

.

La Cina è sempre nella logica dei ladri.

Come funziona? Rapporto della CNN il 25 febbraio

"Al momento esiste un solo farmaco che riteniamo possa avere una reale efficacia e che è remdesivir", ha dichiarato Bruce Aylward, vicedirettore generale dell'Organizzazione mondiale della sanità (OMS) in una conferenza stampa a Pechino.

La Cina ha sigillato la città di Wuhan

23 gennaio

, ma due giorni prima lo avevano saputo

Remdesivir

sarebbe utile per il romanzo virus Wuhan. Questa è la velocità della Cina che è stata abituata a copiare e rubare la tecnologia dagli altri e quindi lancia loro la spazzatura. E per un annuncio, hanno incoraggiato altri come il governo italiano ad essere nel plagio.

Il modo tradizionale cinese è un vasto governo che pianifica di organizzare il cittadino su come vivere durante l'epidemia. Ma se tu fossi a conoscenza delle notizie da Singapore e Taiwan, Repubblica di Cina, questo è un ottimo esempio per i paesi occidentali. Singapore ne sfrutta appieno

il

Clinica di preparazione alla salute pubblica (PHPC)

che condivide informazioni mediche e fornisce una base affidabile per tracciare i casi di infezione. I pazienti scelgono la clinica tramite il sistema PHPC. Il primo passo è quello di ottenere sussidi governativi, quindi è uniforme e stabile, e il piano di diagnosi e trattamento per evitare che il paziente venga ingannato da false informazioni. Il governo di Singapore ha incoraggiato i pazienti ad andare allo stesso PHPC incontrando lo stesso medico con un appuntamento clinico per quanto possibile per ridurre la diffusione della malattia.

Entro la prima settimana di febbraio, Taiwan ha iniziato a razionare le maschere chirurgiche e a limitare l'ingresso dei passeggeri con una storia di viaggio in Cina, mentre richiedeva una quarantena di 14 giorni per coloro che erano stati a Macao e Hong Kong.

I controlli di disinfettante e febbre per le mani sono diventati consueti in molti edifici pubblici, mentre i Centri di Taiwan per il controllo delle malattie e altre agenzie hanno emesso quotidianamente avvisi di telefonia mobile sugli ultimi casi e informazioni sui luoghi che avevano visitato.

Il successo di Taiwan finora nella gestione dell'infezione è dovuto principalmente alla sua risposta precoce in un momento in cui il virus era ancora poco compreso e la sua velocità di trasmissione poco chiara.

"La SARS ha colpito duramente Taiwan e, con quella dura e amara lezione, Taiwan è stata molto preparata", ha affermato Chunhuei Chi, professore al College of Public Health and Human Sciences della Oregon State University.

La Cina ha occupato il titolo della più significativa quantità di morti e persone infette, ma il sistema autocratico non dovrebbe distruggere il bastione della libertà. Singapore e Taiwan hanno dimostrato di poter controllare la trasmissione senza sgarbare la città.

La Cina cerca di diffondere il proprio modello nel mondo e la loro agenzia di stampa governativa di nome Xinhua ha pubblicato un passaggio che il mondo intero dovrebbe dire grazie al popolo cinese e agli americani che devono scusarsi con la Cina. La Cina ha fatto bene nei progetti costruiti con gelatina ed è stata una sorta di nuova normalità. Un hotel in costruzione a Quanzhou crollò e c'erano 70 persone rimaste intrappolate tra le macerie. Come riportato, questo hotel è stato costruito per essere un punto di osservazione temporaneo per i pazienti infettati dal virus Wuhan. Fino ad ora, più di 20 persone erano ancora intrappolate. Prima di allora, molte persone vengono infettate in prigione in Cina. Il nuovo leader di Wuhan, Zhonglin Wong, era ancora impegnato con lo sviluppo dell'istruzione che la gente di Wuhan avrebbe dovuto esprimere la propria gratitudine al PCC.

Comprendiamo la logica cinese:

Ho rotto le finestre ma devi essere grato a me perché ho pulito tutti i frammenti di vetro

. E la finestra era troppo debole per sostenere il mio potere. Perché non lodi che sono un uomo forte ed energico, ma mi critichi?

Tutte queste circostanze non avrebbero dovuto esistere ma sono apparse davvero in Cina. Ecco perché la Cina non ha accesso o capacità di insegnare ad altri paesi come affrontare il nuovo virus.


Risposta 2:

Sia gli Stati Uniti che la Cina stanno lavorando ai vaccini, ma gli esperti affermano di non aspettarselo presto. Dopo gli studi clinici e la possibilità di renderli disponibili è un anno di pausa, quindi affermano gli esperti. Nel frattempo, ci sono diversi farmaci noti sottoposti a studi clinici in doppio cieco per vedere la loro efficacia contro l'epidemia di COVID-19. Questi farmaci potrebbero diventare disponibili presto perché sono già stati approvati per altre applicazioni virali.

Il governo degli Stati Uniti avvia i test umani su un possibile trattamento COVID-19 e inizierà le sperimentazioni sperimentali sui vaccini entro 6 settimane

L'Università di Tianjin sviluppa un vaccino orale per la protezione da COVID19

La Cina approva il primo farmaco antivirale contro il coronavirus Covid-19


Risposta 3:

La Cina ha più di 80 studi clinici in corso o in corso su potenziali trattamenti per COVID-19, la malattia causata da un coronavirus che finora ha ucciso quasi 1.400 persone e infettato oltre 48.000 in tutta la Cina.

I nuovi farmaci sono elencati accanto alle terapie tradizionali millenarie in un registro pubblico degli studi clinici in Cina, che cresce ogni giorno. Non esiste una cura nota e i medici sono ansiosi di aiutare quelli con la malattia, ma gli scienziati avvertono che solo le prove condotte attentamente determineranno quali misure funzionano.

Soumya Swaminathan, capo scienziato dell'Organizzazione mondiale della sanità (OMS), afferma che i suoi team hanno fatto il punto sulle numerose prove della Cina, oltre a elaborare un piano per un protocollo di sperimentazione clinica che potrebbe essere gestito contemporaneamente da medici di tutto il mondo . Se gli studi cinesi, che comprendono fino a 600 persone ciascuno, non sono progettati con standard rigorosi per i parametri di studio, come gruppi di controllo, randomizzazione e misure dei risultati clinici, gli sforzi saranno vani. Quindi l'OMS sta lavorando con scienziati cinesi per stabilire degli standard sin dall'inizio. Ad esempio, le fasi di recupero o declino di una persona devono essere misurate allo stesso modo, indipendentemente dal trattamento in esame. "Speriamo di poter portare una sorta di struttura nell'intera faccenda", spiega Swaminathan.

Come gli scienziati stanno combattendo il nuovo coronavirus: una guida di tre minuti


Risposta 4:

No! non fino ad ora. Può sviluppare un vaccino. Anche gli Stati Uniti potrebbero farlo. Ci vorranno circa due o tre anni perché deve essere testato per la tossicità per gli animali e poi per l'uomo. Prima ci saranno volontari per i test. In questo caso sarà difficile perché è mortale.

Come se non fosse necessario contenere l'epidemia.