I dipendenti delle piccole imprese in Cina vengono pagati durante l'epidemia di coronavirus?


Risposta 1:

Sì, lo fanno - legalmente parlando gli imprenditori non hanno il diritto di negare il pagamento ai propri dipendenti o licenziarli. La compagnia per cui lavoro paga regolarmente il personale e lo farà senza chiedere alcun rischio per arrivare in ufficio. Forse non tutte le aziende hanno questo tipo di comprensione, anche se la maggior parte lo farà. Il governo di Shanghai, come molti governi locali, ha costretto le aziende non apriranno fino al 9 febbraio. Dopodiché si consiglia di eseguire quanto più lavoro possibile da remoto. Molte aziende probabilmente sceglieranno il percorso di lavoro remoto per quanto possibile. Le scuole (sia private che pubbliche) si stanno adattando agli ambienti online e non vedo motivo per quelle aziende che sono in grado di lavorare in remoto per non farlo. Quelli che devono arrivare al posto di lavoro - l'unica cosa che si può fare è fornire misure di sicurezza. Dopotutto, se un dipendente ottiene il virus, l'intera economia aziendale diminuirà, quindi è nel migliore interesse di tutti garantire la prevenzione. Gli unici che non hanno smesso di lavorare - ovviamente - sono gli ufficiali governativi.

A proposito di coloro che hanno dovuto lavorare nel periodo precedente al 9 febbraio, ad esempio supermercati, farmacie, ospedali ...

Agli imprenditori è stato chiesto di fornire un extra straordinario ai loro dipendenti per ringraziarli per i loro sforzi.