Il dottor Li Wenliang, l'informatore del coronavirus, è morto dopo essere stato infettato dal virus? I rapporti vengono eliminati, c'è un coverup?


Risposta 1:

La sua morte è stata segnalata questa mattina da numerosi punti vendita, tra cui quello molto rispettato

Caixin

e di proprietà del partito

Global Times

.

Mentre la notizia della sua morte si diffondeva come un incendio sui social media, tuttavia, i precedenti rapporti erano stati cancellati, così come le discussioni su di lui - uno dei quali aveva registrato 5 milioni di commenti - e si affermava che era stato "resuscitato" anche se era ancora "In condizioni critiche".

Può darsi che Li stesse davvero indugiando sull'orlo della morte. O potrebbe essere che il governo fosse terrorizzato dalla possibilità di fare un martire.

Ci sono affermazioni che il corpo di Li sia stato letteralmente legato al supporto vitale quando è diventata evidente l'entità della rabbia pubblica online. Alla fine, il suo datore di lavoro

S

ha dichiarato che era morto alle 2:58 di venerdì.

Dopo la notizia della morte di Li, due hashtag sono diventati rapidamente argomenti di tendenza su Weibo, una piattaforma di social media cinese simile a Twitter. Uno ha chiesto scuse al governo di Wuhan per conto di Li. L'altro era più semplice: "Vogliamo la libertà di parola".

Entrambi gli argomenti colpiscono menzioni a cinque cifre prima che i censori del Partito li abbattessero. Ma la rabbia ribolliva in tutto il paese, in particolare a Wuhan. Verso le 6:00 di venerdì mattina, un altro argomento era di tendenza su Weibo: "Chiediamo la libertà di parola". I post con quel tag hanno accumulato 3 milioni di visualizzazioni prima che i censori li cancellassero.