Il Vietnam potrebbe contenere un focolaio di coronavirus?


Risposta 1:

The Saigon Times

Nove stranieri risultano positivi al coronavirus in Vietnam

Di Thanh Thom

Domenica 8 marzo 2020,20: 27 (GMT + 7)

Una zona di quarantena presso l'ospedale di Danang. Due stranieri stanno ricevendo cure per il nuovo coronavirus nella città costiera centrale di Danang.

HCMC - Nove cittadini stranieri che hanno viaggiato sullo stesso volo con il primo nuovo romanzo di Hanoi sul paziente coronavirus da Londra alla capitale vietnamita all'inizio di questo mese si sono rivelati positivi per l'agente patogeno, portando a 30 il numero totale di casi confermati in Vietnam.

Il Ministero della Salute ha dichiarato in una dichiarazione domenica che sette persone sono inglesi, una irlandese e una messicana, di età compresa tra 58 e 74 anni.

Quattro stranieri ricevono cure nella provincia nord-orientale di Quang Ninh, due nella provincia montuosa nord-occidentale di Lao Cai, due nella città costiera centrale di Danang e uno nella provincia costiera centro-settentrionale di Thua Thien-Hue .

Gli stranieri hanno viaggiato in tutto il paese mentre le autorità locali li hanno rintracciati e informati del fatto che erano sospettati di ispezione per essere i passeggeri sullo stesso volo con la femmina di 26 anni, NHN, che si è dimostrata positiva per il virus venerdì.

N, che è volato ad Hanoi dal Regno Unito sul volo Vietnam Airlines VN0054 il 2 marzo, è diventato il primo paziente coronavirus della città e il 17 ° del paese.

Il direttore generale della compagnia di bandiera nazionale Duong Tri Thanh ha dichiarato in una riunione di sabato che c'erano un totale di 201 passeggeri sul volo, di cui 21 in classe business. Dei 21, 18 erano stranieri.

Sabato, l'autista di famiglia di 27 anni di N e sua zia di 64 anni hanno preso il virus da lei, diventando i casi 19 e 20. Il giorno dopo, un funzionario del governo vietnamita di 61 anni

a chi era seduto vicino a lei durante il volo fu confermato di aver contratto il virus.

Nel frattempo, il 18 ° caso era un uomo di 27 anni che tornava in Vietnam da Daegu, l'epicentro della Corea del Sud dell'epidemia di coronavirus. Fu isolato immediatamente al suo arrivo all'aeroporto internazionale Van Don nella provincia di Quang Ninh.

Tutti i 14 casi attivi sono in condizioni stabili, secondo il ministero. I primi 16 casi del paese erano liberi dal virus e dimessi dall'ospedale circa due settimane fa.

Data la complessa situazione dell'epidemia, il governo dell'HCMC ha deciso di estendere le chiusure scolastiche per tutti i dodicenni in città fino al 15 marzo anziché domani.

Reuters

Fonte: Ambasciata e consolato degli Stati Uniti in Vietnam

(Aggiornato il 27 febbraio 2020)

Informazioni specifiche per paese per il Vietnam

:

  • Il Vietnam ha confermato 16 casi di COVID-19 all'interno dei suoi confini.
  • A partire dal 26 febbraio 2020, tutte e 16 le persone si sono riprese e sono state dimesse dall'ospedale.
  • Non sono stati segnalati nuovi casi di COVID-19 in Vietnam dal 13 febbraio.
  • I voli commerciali dal Vietnam verso destinazioni regionali rimangono disponibili tramite vettori internazionali, sebbene il Vietnam non consenta voli da o verso la Cina.
  • Secondo la Civil Aviation Administration of Vietnam (CAAV), i voli commerciali tra il Vietnam e la Corea del Sud sono attualmente limitati, piuttosto che sospesi. Ogni compagnia aerea ha le proprie politiche sulla frequenza dei voli - la maggior parte ha cancellato tutti i voli tra il Vietnam e la Corea del Sud fino alla fine di marzo o fino a quando non si è saputo che l'epidemia è stata affrontata con successo. Vietnam Airlines e Vietjet Air effettuano pochissimi voli tra il Vietnam e la Corea del Sud da oggi fino alla fine di marzo. Al momento non ci sono restrizioni sui voli dal Giappone, dall'Italia e dall'Iran.
  • I voli in arrivo dalle aree colpite della Corea del Sud verranno dirottati verso l'aeroporto di Van Don (provincia di Quang Ninh), l'aeroporto di Phu Cat (provincia di Binh Dinh) e l'aeroporto di Can Tho (città di Can Tho).
  • Diverse compagnie aeree locali hanno ridotto il numero di voli in entrata e in uscita dal Vietnam a causa della mancanza di domanda.
  • Il Ministero della Difesa Nazionale sta aiutando la pattuglia e assicura l'attraversamento delle frontiere attraverso le sette province settentrionali confinanti con la Cina.
  • Il Vietnam ha permesso ad alcune navi da crociera di attraccare nei porti vietnamiti ma ne ha rifiutato altre nelle ultime settimane.

Requisiti di entrata e uscita

:

  • Al momento, i viaggiatori non hanno bisogno di alcuna documentazione oltre ai normali requisiti per entrare / uscire dal Vietnam, ma prendono nota dei seguenti punti:
  • Il Vietnam sta controllando i viaggiatori in arrivo e mettendo in quarantena casi sospetti.
  • Il Vietnam ha rifiutato l'ingresso ai cittadini non vietnamiti con un recente viaggio precedente nella Cina continentale e nelle aree di epidemia della Corea del Sud e di altri paesi e territori e ne ha messo in quarantena altri. Coloro che viaggiano in Vietnam per speciali funzioni ufficiali devono sottoporsi a una dichiarazione sanitaria ed essere messi in quarantena per 14 giorni in conformità.
  • Il ministero vietnamita della cultura, dello sport e del turismo consiglia ai cittadini vietnamiti di viaggiare in modo superfluo nelle aree di epidemia; la politica di quarantena di 14 giorni verrà applicata al loro ritorno.
  • Il Vietnam ha incaricato tutti i viaggiatori provenienti da e attraverso la Repubblica di Corea (Corea del Sud) di compilare una dichiarazione medica in tutti i punti di entrata in Vietnam. Ai viaggiatori che tornano dalle aree di epidemia di Daegu City in Corea del Sud verrà ora chiesto di recarsi in zone di isolamento centralizzate, mentre altri passeggeri di ritorno dalla Corea del Sud sono invitati a monitorare autonomamente la propria salute e riferire alle strutture sanitarie se presentano sintomi respiratori.

Informazioni sulla quarantena in Vietnam

:

  • Le autorità vietnamite imporranno una quarantena di 14 giorni per le persone che arrivano dalla Cina e dalle aree di epidemia della Corea del Sud e di altri paesi e territori o sospettate di avere il virus.
  • Il governo vietnamita informa che coloro che hanno viaggiato verso o attraverso le regioni coreane di Daegu e / o North Gyeongsang negli ultimi 14 giorni devono sottoporsi a una quarantena quando entrano in Vietnam. Si prega di monitorare le fonti di notizie e i siti Web del governo vietnamita per ulteriori informazioni su questa restrizione.
  • Il Ministero della Pubblica Sicurezza vietnamita ha informato i Comitati popolari provinciali e comunali dei viaggiatori provenienti dalla Corea del Sud che sono entrati in Vietnam dall'11 febbraio 2020, per il monitoraggio e la quarantena, se necessario.
  • La popolazione di Son Loi Commune, nella provincia di Vinh Phuc, nel nord del Vietnam, è in quarantena.
  • I media riportano che le autorità e le imprese di Ho Chi Minh City stanno collaborando per mettere in quarantena 2.500 lavoratori cinesi per il monitoraggio per prevenire la diffusione della malattia.

Tutti i casi confermati di COVID-19 in Vietnam sono stati curati e le misure anti-epidemia sono state rafforzate

Quotidiano del popolo online

(Xinhua) 16:34, 26 febbraio 2020

HANOI, 26 febbraio (Xinhua) - Il Ministero della Salute del Vietnam ha annunciato mercoledì che tutti e 16 i casi confermati di COVID-19 nel paese sono stati curati e dimessi dagli ospedali.

L'ultimo paziente dimesso dall'ospedale mercoledì, anche l'ultimo caso confermato finora nel paese, è un residente di 50 anni della provincia settentrionale di Vinh Phuc, che aveva il più grande gruppo nel paese con un totale di 11 casi.

Il caso è stato segnalato il 13 febbraio dopo che sua moglie e due figlie, una delle quali era stata nella Wuhan della Cina centrale, avevano confermato di essere infettate dal virus.

Il Vietnam non ha riportato casi confermati dopo il 13 febbraio, mentre il primo ministro vietnamita Nguyen Xuan Phuc ha firmato una direttiva per rafforzare le misure contro l'epidemia di COVID-19 in mezzo a nuovi sviluppi riguardanti il ​​mondo.

Secondo il documento, il Vietnam negherà l'ingresso alle persone o il transito nelle regioni colpite dall'epidemia della Corea del Sud. Coloro che partecipano a missioni ufficiali dovranno presentare i moduli di dichiarazione sanitaria ed essere obbligati alla quarantena di 14 giorni al loro arrivo in Vietnam.

Nel frattempo, ai cittadini vietnamiti viene detto di non visitare le regioni colpite dall'epidemia nel mondo, tranne nei casi necessari e, quando ritornano in Vietnam, sono soggetti a una quarantena di 14 giorni senza eccezioni, afferma la direttiva.

In precedenza il ministero dei trasporti del paese aveva annunciato che quattro vettori aerei vietnamiti, tra cui Vietnam Airlines, Bamboo Airways, Vietjet Air e Jetstar Pacific, che finora hanno operato 14 rotte tra Vietnam e Corea del Sud, avrebbero ridotto circa il 60 percento dei voli tra i due paesi.


Risposta 2:

L'OMS attribuisce al Vietnam la situazione di trattenere l'infezione da coronavirus nei casi curati di 16 anni, senza fatalità per 18 giorni (1 marzo), a causa di "proattività e coerenza per tutta la risposta" (Dr. Kidong Park, rappresentante dell'OMS in Vietnam).

Meno di una settimana dopo la prima infezione della comunità (da un turista cinese a un cittadino vietnamita), il Vietnam ha dichiarato ufficialmente il coronavirus un'epidemia il 1 ° febbraio - ponendo in carica il Vice Primo Ministro e attivando il sistema nazionale di risposta sanitaria, istituito in - luogo dal 2003 (1 ° paese per eliminare la SARS, secondo l'OMS). Comprende 45 unità mobili di professionisti medici, sotto una chiara catena di comando: intensificare la sorveglianza, migliorare i test di laboratorio, garantire la prevenzione e il controllo delle infezioni e la gestione dei casi nelle strutture sanitarie, un chiaro messaggio di comunicazione del rischio e una collaborazione multisettoriale ...

Una lunga strada da percorrere in quanto non esistono farmaci e tra la rapida diffusione di focolai in tutto il mondo, compresi i pesanti traffici umani e commerciali con Cina, Giappone, Corea…. Tuttavia, è un inizio positivo per il Vietnam e il suo settore sanitario pubblico!


Risposta 3:

Probabilmente no, perché i notiziari serali sul programma televisivo inondazioni cinesi attraverso il confine a Lai Cai, come è normale. Un amico vietnamita afferma che il Vietnam ha accettato di mantenere aperti i confini con la Cina fino a quando la Cina non chiederà la sua chiusura. Inoltre, il sistema sanitario vietnamita ha enormi difficoltà a far fronte a un grave focolaio.


Risposta 4:

In realtà, il Vietnam sta lavorando alla grande nella prevenzione del coronavirus e quasi tutte le persone che hanno contratto la corona sono state curate con successo in Vietnam. Il governo vietnamita ha dato molti metodi per limitare il più possibile il virus come la quarantena, il controllo turistico, il monitoraggio di chiunque ritorni da altri paesi. Quindi il Vietnam ha un'incidenza piuttosto bassa per lo scoppio del coronavirus nel paese. Ma dobbiamo prestare attenzione a questo, di sicuro, perché il contagioso del virus è in qualche modo non previsto.