La crisi del coronavirus potrebbe causare il crollo completo e finale degli imperi cinese e americano? La Cina è stata decimata dal virus inventato dagli americani.


Risposta 1:

La quantità di infezione in Cina sembra in calo. In tal caso, la Cina è finita nel peggiore dei casi, a meno che il virus non si avvii misteriosamente.

La Cina ha una popolazione di oltre 1,4 miliardi di persone, 100.000 possono essere infettate prima che il virus si fermi. La Cina potrebbe teoricamente perdere 100 milioni di persone e avere ancora più persone del necessario per rimanere come il più grande produttore e commerciante del mondo.

Gli Stati Uniti hanno una popolazione di 330 milioni con una grande popolazione senza fissa dimora e colpita dalla povertà. Circa un terzo della classe media lavora dall'assegno di paga all'assegno di paga, con o senza copertura sanitaria completa.

Se la popolazione americana viene colpita duramente con un sistema sanitario vulnerabile, potrebbe fare più danni di quanto la Cina venga colpita duramente.

Entrambi i paesi sopravvivrebbero e sicuramente avvertiremo meno tensioni nel mondo.


Risposta 2:

No. La tua caratterizzazione è un'altra teoria troppo esagerata che non regge. Sì, avrà un impatto economico, ma entrambi i paesi sopravviveranno. In totale, avrà meno mortalità e conseguenze dell'infezione rispetto all'influenza, ma poiché è nuovo, i media sembrano speculare sul virus.

Si stima che ogni anno l'influenza annuale uccida tra le 250.000 e le 500.000 in tutto il mondo. Il virus COVID-19 così com'è attualmente, ne ha uccisi 3000 in tutto il mondo.

Pensaci, se meno mortale della SARS o della MERS, o del morbillo, perché gli americani dovrebbero fare qualcosa di così stupido da scatenare un virus abbastanza benigno in Cina? L'80% delle infezioni da COVID-19 sono considerate lievi, il che significa che dopo un attacco di febbre e tosse (come l'influenza), le persone infette guariscono entro una settimana o due. I recuperi dell'influenza sono più brevi da 2 a 3 giorni in più di una settimana. In entrambi i casi, gli anziani sono i più vulnerabili e quelli con condizioni mediche preesistenti che abbassano il loro sistema immunitario sono la maggior parte di coloro che soccombono da entrambi i virus. La maggior parte di quelli che soccombono, muoiono di polmonite che è stata il risultato di complicanze di entrambi i virus.

Elenco dei tassi di mortalità per i casi di malattie umane - Wikipedia

Come si confronta il coronavirus con l'influenza?

A proposito, la Cina non è "decimata" dall'epidemia COVID-19. La maggior parte di questo focolaio di virus si concentra nella città di Wuhan e nella provincia in cui si trova, Hubei. Altre province sono interessate, ma relativamente molto leggermente. 21 province hanno riferito la scorsa settimana di non aver avuto nuovi focolai. La maggior parte delle province mostra meno di mille infezioni e solo 5 sono leggermente più alte. Wuhan, d'altra parte, ha circa 70.000 infezioni. Mentre ci si aspetta molto di più come sede cinese dalla loro posizione attuale a causa del capodanno cinese, si prevede che sia molto leggero. Il tasso complessivo di nuove infezioni sta ancora diminuendo. I test sui passeggeri che entrano nei trasporti pubblici e attraversano i confini provinciali sono ancora in atto. I luoghi di lavoro controllano la temperatura dei dipendenti e richiedono disinfettanti per le mani prima di entrare nel luogo di lavoro. Le città di primo e secondo livello sono quasi del tutto aggiornate. Le aree che ancora fanno male sono ristoranti, hotel, parchi a tema, trasporti e quelle aziende che dipendono dal turismo. La maggior parte delle scuole è ancora chiusa ma sono aperte funzioni pubbliche come banche e uffici governativi.