Il coronavirus potrebbe causare il rinvio a tempo indeterminato delle elezioni presidenziali degli Stati Uniti del 2020 mentre noi ci occupiamo della sua diffusione?


Risposta 1:

Se le epidemie di COVID-19 seguono la cronologia cinese, l'epidemia e il suo controllo dovrebbero durare circa 6 mesi. La Cina è in lotta da circa 2 mesi e ora sembra vincere. Avrà un effetto sulle elezioni del 2020, ma quanto è sconosciuto al momento. Vedremo se il virus sfuggirà come in Corea del Sud e in Italia, ma il tempo lo dirà. In questo momento, è un gioco d'ipotesi.

Tracciamento del nuovo coronavirus

Traccia l'epidemia di Coronavirus sulla dashboard live di Johns Hopkins

Coronavirus Map e Live Data Tracker con grafici MongoDB | Blog MongoDB


Risposta 2:

Un tipico virus influenzale uccide ogni anno tra le 30 e le 50.000 persone negli Stati Uniti. Il virus Corona ha un tasso di mortalità di circa il 3%, che è solo leggermente superiore a qualsiasi altro virus influenzale.

La polmonite ha un tasso di mortalità simile.

La capacità della Cina di rispondere allo scoppio è probabilmente meno efficace della nostra. Prevedo che questo diventerà un altro spavento "ape assassina" promosso dai media per le valutazioni.

Detto questo, è ESTREMAMENTE improbabile che questo virus sia ancora efficace in sei o sette mesi. Quindi, secondo me, la risposta è un clamoroso "no".


Risposta 3:

Questo problema è stato affrontato dopo il 911 in un Rapporto al Congresso, intitolato "Potere esecutivo direttivo per rinviare le elezioni" - (14 giugno 2004). Sembra che il Congresso possa avere il potere di rinviare le elezioni a causa di un'emergenza nazionale.

https://fas.org/sgp/crs/RL32471.pdf

Il riassunto affermava:

“A causa della continua minaccia del terrorismo, sono state sollevate preoccupazioni sul potenziale che si verifichino eventi terroristici vicino o durante il processo di voto per le elezioni del novembre 2004. Ad esempio, è stata sollevata la questione se un evento sufficientemente disastroso possa comportare il rinvio delle elezioni e quali meccanismi siano in atto per far fronte a tale evento. Questo rapporto si concentra su chi ha l'autorità costituzionale per rinviare le elezioni, a chi tale potere potrebbe essere delegato e quali limiti legali esistono a tale rinvio. "

Estratto:

Mentre il potere del Congresso di regolare le elezioni presidenziali non è esteso come quello sulle elezioni della Camera e del Senato, l'articolo II, § 1, cl. 4 prevede che il Congresso possa determinare il "tempo" di scelta degli elettori presidenziali. Il Congresso ha stabilito questa data, per statuto, come "il martedì successivo al primo lunedì di novembre, in ogni quarto anno successivo a ogni elezione di un presidente e di un vicepresidente".

Sebbene il Congresso non abbia l'autorità esplicita di regolare altri aspetti delle elezioni presidenziali oltre il tempo, la giurisprudenza indica che il Congresso potrebbe avere poteri che vanno oltre la determinazione del tempo di scelta degli elettori. Ad esempio, la Corte Suprema ha consentito la regolamentazione congressuale dei comitati politici che cercano di influenzare le elezioni presidenziali, sostenendo che tale legislazione è giustificata dalla necessità di preservare l'integrità di tali elezioni. In Burroughs contro Stati Uniti, la Corte suprema ha motivato che:

[w] gli elettori presidenziali non sono ufficiali o agenti del governo federale, esercitano funzioni federali e assolvono compiti in virtù dell'autorità conferita dalla Costituzione degli Stati Uniti. Il presidente è investito del potere esecutivo della nazione. L'importanza della sua elezione e il carattere vitale della sua relazione e del suo effetto sul benessere e sulla sicurezza di tutto il popolo non possono essere dichiarati in modo troppo forte. Dire che il Congresso non ha il potere di approvare una legislazione adeguata per salvaguardare una simile elezione dall'uso improprio del denaro per influenzare il risultato è negare alla nazione in particolare un potere di autoprotezione. Il Congresso, senza dubbio, possiede quel potere, in quanto possiede ogni altro potere essenziale per preservare il dipartimento e le istituzioni del governo generale da danni o distruzioni, minacciati dalla forza o dalla corruzione.

Il potere del Congresso di proteggere l'integrità delle elezioni presidenziali, unito alla sua autorità di fissare il tempo delle elezioni, sembrerebbe anche fornire al Congresso il potere di posticipare le elezioni a causa di un'emergenza nazionale.


Risposta 4:

Questo problema è stato affrontato dopo il 911 in un Rapporto al Congresso, intitolato "Potere esecutivo direttivo per rinviare le elezioni" - (14 giugno 2004). Sembra che il Congresso possa avere il potere di rinviare le elezioni a causa di un'emergenza nazionale.

https://fas.org/sgp/crs/RL32471.pdf

Il riassunto affermava:

“A causa della continua minaccia del terrorismo, sono state sollevate preoccupazioni sul potenziale che si verifichino eventi terroristici vicino o durante il processo di voto per le elezioni del novembre 2004. Ad esempio, è stata sollevata la questione se un evento sufficientemente disastroso possa comportare il rinvio delle elezioni e quali meccanismi siano in atto per far fronte a tale evento. Questo rapporto si concentra su chi ha l'autorità costituzionale per rinviare le elezioni, a chi tale potere potrebbe essere delegato e quali limiti legali esistono a tale rinvio. "

Estratto:

Mentre il potere del Congresso di regolare le elezioni presidenziali non è esteso come quello sulle elezioni della Camera e del Senato, l'articolo II, § 1, cl. 4 prevede che il Congresso possa determinare il "tempo" di scelta degli elettori presidenziali. Il Congresso ha stabilito questa data, per statuto, come "il martedì successivo al primo lunedì di novembre, in ogni quarto anno successivo a ogni elezione di un presidente e di un vicepresidente".

Sebbene il Congresso non abbia l'autorità esplicita di regolare altri aspetti delle elezioni presidenziali oltre il tempo, la giurisprudenza indica che il Congresso potrebbe avere poteri che vanno oltre la determinazione del tempo di scelta degli elettori. Ad esempio, la Corte Suprema ha consentito la regolamentazione congressuale dei comitati politici che cercano di influenzare le elezioni presidenziali, sostenendo che tale legislazione è giustificata dalla necessità di preservare l'integrità di tali elezioni. In Burroughs contro Stati Uniti, la Corte suprema ha motivato che:

[w] gli elettori presidenziali non sono ufficiali o agenti del governo federale, esercitano funzioni federali e assolvono compiti in virtù dell'autorità conferita dalla Costituzione degli Stati Uniti. Il presidente è investito del potere esecutivo della nazione. L'importanza della sua elezione e il carattere vitale della sua relazione e del suo effetto sul benessere e sulla sicurezza di tutto il popolo non possono essere dichiarati in modo troppo forte. Dire che il Congresso non ha il potere di approvare una legislazione adeguata per salvaguardare una simile elezione dall'uso improprio del denaro per influenzare il risultato è negare alla nazione in particolare un potere di autoprotezione. Il Congresso, senza dubbio, possiede quel potere, in quanto possiede ogni altro potere essenziale per preservare il dipartimento e le istituzioni del governo generale da danni o distruzioni, minacciati dalla forza o dalla corruzione.

Il potere del Congresso di proteggere l'integrità delle elezioni presidenziali, unito alla sua autorità di fissare il tempo delle elezioni, sembrerebbe anche fornire al Congresso il potere di posticipare le elezioni a causa di un'emergenza nazionale.


Risposta 5:

Non con l'attuale trucco della casa; c'è

nessuna possibilità

permetterebbero al presidente Trump un rinvio indefinito. Richiederebbe un atto del Congresso con il concorso della Corte Suprema per ritardare le elezioni presidenziali, per quanto ne so

.

Ci sono prove umane in corso in questo momento per i vaccini contro i COVID, quindi a novembre la minaccia potrebbe essere molto inferiore a quella che sembra essere in questo momento a marzo. A meno che COVID-19 non raggiunga la letalità dell'ebola o della peste bubbonica, le cose andranno come previsto, tranne che per le convenzioni. Quelli si terranno in estate, e non ho idea di cosa sarà necessario.