Come medico, come ti senti a dover testare e curare i pazienti affetti da coronavirus? Ti preoccupi di più per te e le tue famiglie o per adempiere ai tuoi obblighi?


Risposta 1:

Bene, ho eseguito procedure invasive sui pazienti con HIV / AIDS prima che ci fosse un trattamento e durante la gravidanza. In realtà ho perso il mio secondo bambino immediatamente dopo che mio marito ha avuto una ferita all'ago da un paziente morente di AIDS. Quei giorni sono stati impegnativi per i medici. È stato estremamente traumatico.

Ora sono l'unico caregiver per i miei genitori anziani e la maggior parte dei miei pazienti è piuttosto complessa dal punto di vista medico, molti con cancro, HIV e gravi problemi polmonari. Inoltre, ho personalmente rimosso parte di un polmone. Quindi, sai, c'è molto da fare sul mio benessere personale.

Il nostro ospedale vuole che seguiamo una procedura per sospetti pazienti con coronavirus che include indossare una maschera N95, occhiali, guanti e abiti. Sfortunatamente non abbiamo maschere o occhiali. Mancava la lungimiranza di ordinarli un paio di mesi fa quando avremmo dovuto vederlo arrivare. In effetti, ho inviato e-mail a persone appropriate, ma non è stato fatto nulla. Due dei miei partner medici hanno più di 70 anni. Una delle assistenti mediche è incinta. E non abbiamo DPI. È giusto? No, no non lo è.

Ci hanno inviato un'e-mail in cui si diceva: "Questi sono i tempi in cui si provano le anime degli uomini". Ho pensato che fosse un bel tocco, ma avrei preferito avere delle maschere.

All'inizio di gennaio ho acquistato articoli PER MEZZO prima che fossero tutti esauriti. Perché potevo dire che non sarebbe venuto fuori nulla di buono da un virus che avrebbe potuto abbattere l'intero PRC. E non ero abbastanza stupido da credere che gli Stati Uniti sarebbero stati in qualche modo magicamente incolumi. Sono abbastanza cattivo da non dare la mia roba ad altre persone. Ho troppe persone che dipendono da me in questo momento.


Risposta 2:

Non entrano con un'etichetta di birra sulla fronte. Cioè, testiamo e trattiamo le persone con sintomi respiratori. Questa è solo un'altra delle tante prove. E una delle numerose malattie che potrebbero essere un problema per noi stessi e le nostre famiglie. Niente di nuovo qui, davvero. Solo un'altra possibilità.

Sarebbe bello se la gente tenesse la testa, però. Non dovrebbero presentarsi "per essere testati per il coronavirus" negli ospedali o negli studi medici, ed è stato ampiamente pubblicizzato. Ma ci sono molte persone che non dissuaderanno.


Risposta 3:

Non sono un dottore ma sono un'infermiera in pensione. Non sto più con i pazienti. Non sono più molto vicino alle persone. La mia ultima incursione è terminata circa 10 giorni fa. Sono andato in hotel / casinò con un amico. Abbiamo passato una notte. Non eravamo preoccupati allora e lei non è molto preoccupata adesso. Sono solo moderatamente preoccupato solo perché ho alcuni problemi immunitari.


Risposta 4:

Come psichiatra, di solito non tratto l'infezione respiratoria. Il mio PCP ha inviato robocalls dicendo che vuole che chiunque abbia un'infezione respiratoria lo chiami. Se è mite, chiamerà un medico per te. Se è grave, ti dirà di andare al pronto soccorso. Non vedrà alcun paziente con malattie respiratorie nel suo ufficio per le prossime due settimane. È uno specialista in malattie infettive.