Stai modificando i tuoi piani di volo a causa del coronavirus?


Risposta 1:

Sì. Dovevo partire questa settimana per due settimane in Medio Oriente. Ho deciso la settimana scorsa di rinviare il mio viaggio. Il mio datore di lavoro ha sostenuto la mia decisione. Non ero preoccupato di ammalarmi. Ero preoccupato che le interruzioni del viaggio mi avrebbero portato a rimanere bloccato senza casa per un lungo periodo di tempo. Mentre circa un mese con una camera in un hotel di lusso con vista sul Golfo potrebbe essere bello, sarebbe fatale al 100% quando mia moglie mi prendesse in mano.

Il viaggio è una cosa poliedrica. È facile comportarsi bene ed essere disinvolti al riguardo, ma la cosa responsabile da fare è guardare il quadro completo. Divieti di viaggio, sospensioni delle rotte di volo e quarantena sono una possibilità molto reale.


Risposta 2:

Sì. Non ho scelta. Volare originariamente dalle Filippine alla Corea del Sud per Los Angeles, California. A causa del dipartimento di stato degli Stati Uniti che ha emesso l'allerta di viaggio più alta per i cittadini statunitensi che viaggiano in Corea del Sud, ho dovuto prenotare un'intera nuova prenotazione che non attraversava nessuno dei paesi che hanno divieti di viaggio


Risposta 3:

Dato il mio prossimo volo internazionale non è fino a giugno, è troppo presto per pensare anche a modifiche o cancellazioni. A meno che non sia stato adottato un protocollo "no fly" per nessuno degli Emirati Arabi Uniti (Abu Dhabi), Sudafrica (Johannesburg / Durban) o Kenya (Nairobi), non ci sono piani per modificare nulla. A livello nazionale non ci sono certamente piani per modificare i voli per quel motivo, tutti i casi che abbiamo sono (presumibilmente e si spera) messi in quarantena dal pubblico e i miei ultimi voli che ho preso lo scorso fine settimana sono andati senza intoppi.


Risposta 4:

Certamente. Non voglio finire isolato o messo in quarantena come i passeggeri della Diamond Princess o gli americani trasportati in aereo da Wuhan su Kahlitta Air, che finirono in una base militare tagliata fuori dalle loro case.

No, nessun viaggio aereo fino a quando COVID-19 non sarà sotto controllo in tutto il mondo, che mi aspetto saranno mesi e mesi. Il nostro viaggio quest'anno sarà in auto = il proverbiale viaggio su strada. Grazie a Dio vivo in un paese (gli Stati Uniti) con tonnellate di cose da vedere e da fare.

SUGGERIMENTO: se voli all'estero (o anche in alcune parti degli Stati Uniti), assicurati di prendere almeno 2 settimane di fornitura EXTRA dei farmaci necessari. La più grande preoccupazione che hanno i passeggeri isolati e in quarantena è che finiranno i loro farmaci da prescrizione, in particolare l'insulina.


Risposta 5:

Non volerò da nessuna parte in qualunque momento presto, ma so che i miei genitori hanno parlato forse di non tornare a est quest'anno se si fa male dato che devono fare una sosta a Toronto, ma sembrano comunque fiduciosi che lo faranno partire. Sono personalmente preoccupato dal momento che mia madre fuma, mio ​​padre è diabetico e anche mio nonno che visitano è un diabetico, ma loro stessi non sembrano essere troppo preoccupati.

Se stai per volare in un'area con un focolaio noto, controlla se riesci a sapere con quale frequenza disinfettano il luogo e decidi se vuoi fidarti di loro o meno.