Sono davvero necessarie misure di quarantena, come la chiusura di scuole, il divieto di eventi di grandi dimensioni, ecc., Per prevenire la diffusione del coronavirus? La situazione è così grave?


Risposta 1:

La domanda ora non riguarda "prevenire" ma "rallentare". Se è possibile rallentare a un ritmo così ci sono letti ICU per i pazienti quando ne hanno bisogno, di quello è abbastanza.

Per la maggior parte> 90%, pochi giorni o fino a 2 settimane, a casa, e sei tornato al lavoro, tuttavia, in alcuni gruppi (anziani, malattie respiratorie, ecc.) La maggioranza avrà bisogno di cure ospedaliere o addirittura in terapia intensiva per sopravvivere. Se tutti catturano Covid-19 lo stesso mese, non ci saranno abbastanza letti d'ospedale. Se riusciamo a rallentare e diffondere l'infezione in tempo, ci saranno ICU per tutti coloro che ne hanno bisogno e un tasso di mortalità ben al di sotto dell'1%. In caso contrario, può aumentare al di sopra del 3%.

Un buon modo per rallentare i progressi è ridurre le persone al contatto delle persone in generale, specialmente dove si mescolano i gruppi. Vietare grandi eventi è un caso ovvio.

La chiusura delle scuole è più dubbia in quanto ho sentito che non è stato registrato nessun caso di trasferimento da bambino a figlio o di morte di bambini (e pochissimi 40 e più giovani muoiono).

Si noti inoltre che, indipendentemente dalle azioni in corso tra 3 anni, il 60% della popolazione nel paese evry sarà immune, sia dal vaccino che dall'infezione.


Risposta 2:

Come stiamo vedendo, ci sono punti caldi, quindi può aiutare un po ', ma dato che questo è il più contagioso di tutti i coronavirus fino ad oggi, dovrebbe preoccupare, ma dato che la maggior parte delle persone sane sa a malapena che sono infette a causa dei sintomi lievi. Sono gli anziani e le persone con problemi di salute che devono essere maggiormente preoccupati, quindi gli eventi per gli anziani dovrebbero essere fermati, ma i bambini sono a malapena colpiti, quindi chiudere le scuole è eccessivo sulla base dei media liberali usando il fattore paura cercando di creare un collasso economico , quindi questo è molto più pericoloso di quanto lo sia il COVID-19. I fumi vanno e vengono e sono per la maggior parte stagionali, quindi si spera che diminuirà tra un paio di settimane in quanto la Cina non ha segnalato nuovi casi nella scorsa settimana e un tasso di recupero completo del 70%, quindi il fattore paura è peggiore di l'influenza.


Risposta 3:

Immagina che sia il prossimo giugno e che metà delle persone che conosci oltre 75 sono morte, lo chiameresti serio? Quindi immagina di non avere ancora un vaccino e la prossima stagione influenzale è dietro l'angolo, i Covid-19 e 20, le sue varianti, sono ora in tutta la comunità, cosa faranno?

Questa possibilità può essere fermata o minimizzata da noi prendendo un mese di pausa dalla raccolta di massa e dal lavaggio delle mani.

Sai che abbiamo avuto piaghe e carestie che hanno mantenuto la popolazione mondiale sotto i 600 milioni (1700 d.C.). Ora siamo un villaggio globale di 8 miliardi, con mezzo milione di persone in aria in qualsiasi momento, che viaggiano per il mondo. Quindi un virus trovato in un mercato della carne non regolamentato o in una fogna aperta può diffondersi in tutto il mondo in una settimana. Disponiamo di controlli di confine ben consolidati per impedire che le nostre mandrie e le nostre colture vengano contaminate; ma non le persone contaminano. Ora è il momento.


Risposta 4:

Tutte le misure che hai citato non sono necessarie se stai cercando un'infezione di massa, un numero imprecisato di morti e malattie, enormi difficoltà economiche e gravi problemi di salute. L'Organizzazione mondiale della sanità l'avrebbe annunciata come una pandemia se non fosse stata necessaria? Perché la Cina ha bloccato un'intera provincia di circa 57 milioni di persone, imprese e capacità produttive se le conseguenze sono minori? La domanda posta mostrava alla persona che chiedeva mancanza di premeditazione, ragionamento e buon senso.