Le persone in Norvegia si stanno preparando per il coronavirus?


Risposta 1:

La mia impressione di norvegese è che né i miei connazionali né il nostro governo prendono particolarmente sul serio il "virus Wuhan". Mentre diversi altri governi hanno richiesto due settimane di quarantena obbligatoria, la Norvegia ha una vaga politica di coloro che rientrano da aree infette che vengono informati dal personale sanitario e che si prendono cura di se stessi nelle loro case. L'Istituto norvegese di sanità pubblica afferma sul suo sito Web che coloro che sviluppano malattie respiratorie nei primi 14 giorni dopo il ritorno dalla provincia di Hubei dovrebbero consultare un medico. Niente sull'isolamento. Si suppone che i viaggiatori in arrivo ricevano consigli in aeroporto. Purché provengano direttamente da Hubei o volontari per cercare tali informazioni, immagino. Sembra estremamente aleatorio.

Dall'influenza ordinaria, sappiamo che il governo riceve solo abbastanza vaccino per una minoranza della popolazione, e coloro che hanno meno di 65 anni e non hanno malattie associate ad alta mortalità sono scoraggiati dalla vaccinazione. Lo spirito vichingo di "resistere" è ancora vivo e vegeto. Gli umani superiori come noi evidentemente non hanno bisogno del tipo di cautela che praticano le persone di altre nazioni? Quindi questa volta non mi aspetto molto dal governo. E la maggior parte delle persone sembra quasi dimenticare tutto al termine del telegiornale.

I nostri eroici professionisti medici si stanno senz'altro costruendo e preparandosi a fare ciò che possono, anche se la loro vita è in pericolo. Ma ci sono dei limiti che puoi fare una volta che la confezione di Pandemia è aperta. Preferirei che cercassimo di ritardare l'assalto iniziale il più a lungo possibile, dando agli scienziati il ​​tempo di imparare ciò che potevano.


Risposta 2:

Non credo, non conosco nessuno che abbia, non ho sollevato un dito per caso. Mi fido delle autorità in caso di una situazione di sviluppo qui in Norvegia. Durante l'epidemia di Swineflu il "governo" o probabilmente la salute delle persone L'Istituto (Folkehelseinstituttet) ha raccomandato il vaccino e il 45% della popolazione è stato vaccinato gratuitamente.I centri vaccinaliot provvisori sono stati organizzati in tutta la città, l'ho portato da solo in una casa di cura.Le farmacie hanno venduto molti facemask principalmente ai turisti asiatici .


Risposta 3:

Sono d'accordo con le altre risposte a questa domanda. Il norvegese medio è probabilmente abbastanza rilassato per tutto, affidandosi all'istituto norvegese di sanità pubblica (dipartimento sanitario nazionale) per aiutarli se e quando il virus colpisce. Proprio come quando l'influenza suina colpì nel 2009. Alcune persone sono andate a comprare maschere per il viso in modo da averle prontamente disponibili se il Coronavirus entra.

La situazione attuale è che il coronavirus nella sua forma attuale non è così pericoloso. Questa è anche la storia che il governo presenta. Certo, il virus può con le giuste mutazioni diventare abbastanza sgradevole, ma finora non è successo nulla del genere.

Domanda correlata: come devono prepararsi le persone per il coronavirus? Fare scorta di cibo e acqua e cavalcare il tutto? Acquista disinfettante per le mani e pratica una buona igiene? Questo ha funzionato a meraviglia in generale intorno al 2009. La percentuale di malattie nella popolazione norvegese è crollata, quindi la salute media era effettivamente migliore durante l'influenza suina rispetto a prima.

Non lo so. Quello che so è che le linee guida generali del governo nazionale sono che dovresti sempre avere abbastanza forniture prontamente disponibili a casa per durare almeno 3 giorni. C'è anche un opuscolo che fornisce esempi di cosa dovresti avere a casa in caso di emergenza.

Fondamentalmente dice

  • Alimenti (ermeticamente sigillati o essiccati + un po 'di cioccolato e noci)
  • acqua
  • Il medicinale da cui dipende + antirad generale
  • Abbinamenti e una specie di stufa per riscaldarsi
  • Kit di pronto soccorso
  • Alcuni soldi
  • Radio (batteria)
  • Salviettine per neonati e disinfettanti.